Valutata 500k € riCompro, la startup dei cellulari rigenerati

Il business dei cellulari ricondizionati vale, nel mondo, 17 miliardi di dollari. L'Italia fa la sua parte e recenti dati confermano una crescita importante entro i confini nazionali del numero di telefonini rigenerati prima di diventare spazzatura.
E riCompro, la startup ideata e fondata da Fabian Thobe che in appena un anno ha fatturato cifre di tutto rispetto, è appena stata valutata 500.000 euro da un gruppo di business angel che credono nel riciclo degli elettrodomestici.

“Con riCompro non intendiamo solo realizzare una proposta commerciale capace di rispondere a una domanda, quella dell’usato, che abbiamo rilevato essere quattro volte più grande dell’attuale offerta" rivela ottimista il Ceo "ma ci proponiamo anche di contribuire in modo concreto a ridurre la quantità dei rifiuti elettronici che vengono generati ogni anno”.

In Europa, infatti, ogni anno milioni di tonnellate di elettrodomesticidiventano spazzatura. Sono i cosiddetti Raee (acronimo che sta per rifiuti da apparecchi elettrici ed elettronici): un problema per l’ambiente, dal momento che contengono materiali pericolosi, ma anche una risorsa se si cambia punto di vista.
Basti considerare che con i cellulari ci si guadagna anche il 35% del loro valore originario…

Comments
  1. Lucio Palumbo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *