SMAU sbarca a Londra! Dal 2 al 4 maggio un’importante tappa nella città dell’innovazione

La città, con un ecosistema che va dalle 4.300 alle 5.900 startup attive, oltre 70 spazi di coworking, 36 incubatori e acceleratori, è la meta ideale dove fare impresa in ambito digitale e dove trovare un ecosistema dell’innovazione preparato e interessato ad entrare in contatto con nuove idee e progetti di respiro internazionale: nel 2017 gli investimenti in VC hanno raggiunto i 7,8 miliardi di dollari.

Smau si prepara ad approdare per il primo anno a Londra, il 2, 3 e 4 maggio al con la prima tappa di Smau| Italy RestartsUp in London. L’evento, realizzato in collaborazione con ICE| Italian Trade Agency, punta a dar vita a nuove relazioni internazionali, partnership e connessioni tra l’ecosistema dell’innovazione londinese e una selezione di 40 startup italiane, i principali incubatori, acceleratori, luoghi dell’innovazione e i diversi sistemi regionali impegnati nel fornire supporto all’internazionalizzazione delle imprese. Londra, infatti, è a tutti gli effetti il primo centro dell’innovazione in Europa: l’edizione 2017 del Global Startup Ecosystem Rankingposiziona la città al terzo posto nella classifica mondiale, subito dopo la Silicon Valley e New York. Un podio conquistato in soli due anni: nel 2015 la stessa classifica vedeva Londra al sesto posto, dopo Los Angeles, Boston e Chicago, ma sempre prima di Berlino, Parigi e Amsterdam, le altre città europee citate nella classifica, insieme alla new entry Stoccolma. Con un ecosistema che conta dalle 4.300 alle 5.900 startup attive, il quarto più ricco al mondo, Londra rappresenta quindi il miglior ambiente in Europa dove far crescere il proprio business. Il suo potente braccio finanziario, infatti, fornisce alle startup ampie opportunità di crescita, grazie alla vicinanza con alcune delle più grandi banche del mondo, sofisticati fondi VC e aziende tecnologiche come Apple, Google e Facebook. Nel 2017 sono anche duplicati gli investimenti dei Venture Capital passando da 4.2 miliardi di dollari a 7.8 e, sempre nell’ultimo anno, sono stati 22 i round di investimento che hanno superato i 50 milioni di dollari, rispetto ai 9 del 2016.

“Attraverso Smau Londra vogliamo dare l’opportunità alle nostre startup di incontrare questo ecosistema, realizzare nuove partnership e confrontarsi con chi ne fa parte per trarne nuovi spunti per realizzare prodotti e servizi d’eccellenza in grado di conquistare i mercati internazionali. Il modello che seguiremo è quello dell’Open Innovation, favorendo quindi l’incontro e lo scambio con quelle realtà aperte all’innovazione proveniente dall’esterno e fortemente interessate ad entrare in contatto con l’innovazione Made in Italy” spiega Pierantonio Macola, Presidente di Smau.

“Italy RestartsUp in London, in collaborazione con SMAU, è l’appuntamento che rafforza la nostra strategia a sostegno dell’innovazione, dell’internazionalizzazione e la crescita delle Start-up Italiane” aggiunge Roberto Luongo, Direttore di ICE – Italian Trade Agency di Londra

La call per partecipare alla prima edizione di Smau Londra è aperta sul sito www.smau.it. La call riguarda principalmente le startup innovative che offrono soluzioni e prodotti b2b pronti per il mercato negli ambiti di maggior interesse di sviluppo per il mercato UK: Fintech, Life Science, Artificial Intelligence, Agrifood, Smart Manufacturing.  Tra le startup selezionate vi saranno anche le vincitrici dell’edizione 2017 del Premio Lamarck che hanno scelto la capitale britannica per presentarsi a livello internazionale: Smartme.Io, startup di Messina, ospitata all’interno dell’area Intel e vincitrice del Premio Lamarck di Smau Milano, che si occupa della progettazione e dell’implementazione di prodotti basati sulla combinazione di tecnologie IoT open e low cost con tecnologie Cloud basate su piattaforma OpenStack per offrire soluzioni innovative per sistemi di Metering, Devices e Fleet Management, Monitoring, Crowdsensing e altri aspetti degli Smart Environment. Cynomis, startup di Genova che fornisce sistemi integrati per il monitoraggio ambientale tramite reti di sensori IOT che funzionano 24/7 e inviano messaggi di allerta in caso di pericolo o quando i parametri misurati superano una soglia predefinita. Tra le innovazioni di maggior successo che le hanno permesso di vincere il Premio Lamarck a Smau Milano il Kit Stalla: una rete di sensori che osservano la stalla 24/7 senza necessità di intervento dell’utente. Da un gateway IOT, il Kit Stalla rileva i parametri ambientali e li invia in tempo reale ad una piattaforma cloud. Qui i dati vengono elaborati per la calibrazione di modelli di previsione che si traducono in strumenti per la manutenzione predittiva della stalla. Tra le startup già confermate anche Immensive, startup di Caserta che sviluppa applicativi di Realtà Virtuale Immersiva e Realtà Aumentata al fine di semplificare processi produttivi e progettuali di aziende e studi di progettazione. La startup si rivolge in particolare ai settori dell’Architettura, dell’Ingegneria e del Marketing ai settori dei Beni Culturali e del Turismo per la valorizzazione del patrimonio culturale e per la promozione dei siti di interesse, alle industrie ed al settore Medicale per supportare le odierne metodologie di training. E’ di Avellino, ma con una sede già avviata in UK, la startup Roll Studio, vincitrice del Premio Lamarck di Smau Napoli. Roll Studio è una pluri-premiata creative digital production agency specializzata nella creazione di soluzioni web, mobile e installazioni interattive, dal carattere innovativo e coinvolgente.

Le startup selezionate avranno l’opportunità di partecipare alla cena di networking in programma presso l’Ambasciata Italiana a Londra la sera del 2 maggio, alla presenza dei rappresentanti istituzionali delle Regioni coinvolte, delle startup selezionate e degli investitori e corporate UK coinvolti nell’iniziativa. La giornata successiva, il 3 maggio, sarà dedicata agli incontri di networking e alle presentazioni delle startup partecipanti che, negli spazi del The Old Truman Brewery, esporranno i loro prodotti e servizi e si presenteranno, nell’ambito degli speed pitching tematici, ad un pubblico di imprese e protagonisti della scena dell’innovazione londinese. Nell’arco della giornata, un programma di eventi tematici riunirà startup italiane, corporate, investitori e istituzioni per confrontarsi sulle principali aree di sviluppo dell’innovazione nella città. Tra i protagonisti degli eventi tematici vi sarà iStarter, acceleratore italiano con sede a Londra con cui sarà organizzato l’ultimo panel della giornata che riunirà due equity partners di iStarter e due imprenditori Italiani che hanno raggiunto importanti successi a Londra.

Il 4 maggio si terrà un tour degli incubatori e acceleratori di Londra: un’occasione per raccogliere nuove idee e nuovi spunti visitando in prima persona i principali centri dell’innovazione, confrontandosi con startup, incubatori, imprese e con coloro che giocano un ruolo di rilievo nel principale Hub dell’innovazione in Europa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *