Housers sbarca in Italia: immobiliare e fintech si incontrano

Housers Italia si è presentato ieri a Milano con un evento a cui hanno partecipato stampa ed addetti ai lavori del mondo finanza, fintech, real estate ed ospiti di rilievo. Housers è la prima piattaforma di crowdfunding immobiliare nel sud Europa. Chiunque, ovunque, grazie ad Housers può ottenere gli ottimi rendimenti e le garanzie che offre il mattone. 

Ad oggi, la piattaforma ha selezionato quattro immobili a Milano: il primo in via Col di Lana (zona Bocconi), il secondo in via Donadoni (zona Bovisa), il terzo – finanziato in un tempo record di soli sei giorni per il valore di 150 mila euro – in via Breda (zona Bicocca) e il quarto pubblicato il 12 Settembre in via Fauchè (zona Sempione).

Quattro progetti italiani, di cui uno in fase di fianziamento, hanno ricevuto da oltre 1.000 utenti di 90 differenti nazionalità quasi 1 milione di euro. In particolare la nuova opportunità rappresenta il primo locale commerciale sul terriorio italiano, con un contratto di locazione già in essere che rende l’investimento immediamente redittizio.

Il 2017 è l’anno che segna l’inizio del percorso di internazionalizzazione. Proprio il Belpaese è stato scelto come prima nazione dove realizzare una filiale per iniziare ad offrire alla propria community immobili nei principali centri urbani tricolore ed ai nuovi utenti italiani la possibilità di investire in Italia, Spagna e presto in Portagallo (ottobre 2017).

Housers attiva in Spagna dal 2015, partita in Italia a giugno 2017, “Ha registrato dei numeri che auspicano il meglio per questa startup fintech che in soli 3 mesi ha raggiunto i 4 mila utenti attivi italiani, la maggior parte dei quali ha già dato fiducia alla piattaforma depositando fondi e investendo in diverse città come Madrid, Barcellona, Valencia e  Milano, con un 60% degli utenti che predilige progetti esteri” dichiara con orgoglio il CEO Giovanni Buono.

I risultati della piattaforma in due anni di attività sono:

  • 65.435 utenti di 112 nazionalità
  • 30.255.296€ finanziati
  • Più di 2 milioni di euro distribuiti tra agosto e settembre 2017
  • 142 immobili
  • 8,9% rivalutazione degli attivi
  • 4% rendita annua media.

La futura crescita strategica della piattaforma si basa sullo sviluppo internazionale, che come ha dimostrato l’Italia in questi mesi, addittura più rapida degli inizi nella penisola iberica. Secondo le ultime dichiarazione del CEO Giovanni Buono “Il nostro obiettivo è di raggiungere i 30.000 utenti nei prossimi 12 mesi, con 10 milioni di euro per circa 35 immobili offerti tra Milano, Roma e Torino.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *