Giovane programmatore crea la Shazam del mondo reale. E’ l’app SmartLens

Lui ha solo 18 anni ma ha buttato giù un algoritmo curioso in grado di riconoscere offline fino a 18.000 oggetti e animali grazie a una serie di reti neurali. Chiamatela Wikipedia visiva, Shazam del mondo reale, un’evoluzione Google Lens…fatto sta che questa app fatta in casa ha un’efficacia e una library più che rispettabili. Si chiama SmartLensMichael Royzen è l’ideatore di questo miracolo offline, un giovane sviluppatore statunitese,

In poche parole l’app (per ora riservata a iOS) permette  di inquadrare con lo smartphone un certo oggetto, prodotto, monumento o organismo che sia, e saperne nome e informazioni varie. Quando SmartLens riconosce un prodotto, ti consente di acquistarlo in un solo click. Se identifica un animale, un monumento, una pietanza o un dipinto, ti mostrerà invece una descrizione enciclopedica. Se infine capta un negozio o un’attività commerciale, darà sfogo alle recensioni.
Deve migliorare, certo, nel catalogo e nella reperibilità di info ma già dimostra come anche un giovanissimo studente di Seattle possa sfidare i colossi del web.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *